L’attività di revamping richiede competenza e analisi specifiche che Cannon Bono Energia ha sviluppato in decenni di progettazione e costruzione di caldaie industriali. Il revamping permette l’ammodernamento della caldaia con l’obiettivo di migliorare l’efficienza, rendere i generatori conformi alle più recenti norme in materia di sicurezza e inquinamento atmosferico, senza dover per forza sostituire la caldaia con una macchina nuova.

In particolare le attività di revamping sono mirate a:

  • Migliorare l’efficienza delle caldaie ottenendo benefici economici inerenti ai consumi di combustibile ed energia elettrica: Cannon Bono Energia ha messo a punto una serie di iniziative volte al recupero di energia che sottraggono calore ai fumi esausti di combustione, a vantaggio di altri fluidi che entrano nel ciclo termico;
  • Diminuire l’inquinamento atmosferico riducendo le emissioni di NOx con moderni sistemi di combustione: Cannon Bono Energia ha predisposto dei sistemi di combustione molto performanti in tema di emissioni, in grado di soddisfare i limiti di legge che sono diventati sempre più restrittivi;
  • Aggiornamento delle caldaie alle normative di sicurezza vigenti: Cannon Bono Energia informa gli utenti delle innovazioni tecnologiche che si possono apportare ai sistemi di sicurezza installati sui generatori già in funzione da tempo;
  • Automazione della caldaia con sistema Optispark: Cannon Bono Energia da più di vent’anni installa sui propri generatori un sistema automatico di controllo e regolazione, sviluppato internamente e denominato Optispark. Il sistema Optispark gestisce tutte le variabili e i parametri di funzionamento della caldaia in unico sistema perfettamente integrato;
  • Esonero conduttore 72H: Cannon Bono Energia in aggiunta all’istallazione di alcuni sistemi di sicurezza moderni, permette di beneficiare dell’esonero della presenza continua del conduttore abilitato fino a 72 ore;
  • Implementazione sistemi di telecontrollo e interconnettività richieste da industria 4.0: le più moderne tecnologie richieste per accedere ai benefici dell’industria 4.0 dalla interconnessione di più caldaie ai più innovativi sistemi di telediagnosi e monitoraggio proattivo che consente di massimizzare le performance e la continuità di esercizio, mitigando il rischio di fermo.