Cannon Bono Energia produce generatori di vapore ad alta pressione del tipo a circolazione naturale, modello UM HP, dall’anno 2014 quando è stato siglato un accordo con HP Lux Company che ha sviluppato i generatori di vapore a serpentino ad alta pressione per adattarli principalmente ad applicazioni speciali , come le raffinerie di petrolio commestibile.
Questo know-how ha permesso di progettare una serpentina perfetta realizzata in 16 Mo3 per vapore ad alta pressione e temperatura per applicazioni speciali di processo nell’industria alimentare.

Caratteristiche

  • Il serpentino non ha problemi di circolazione e mantiene la stessa caduta di pressione (cosa non possibile su tubi in salita tipo CON COSEQUENZE DI BLAST…)
  • Il coil non ha sollecitazioni meccaniche e non presenta problemi di saldatura tra tubi e collettori
  • La batteria mantiene una dilatazione omogenea a caldo (tubi in salita, diversa dilatazione del collettore superiore/inferiore e tubi)
  • Particolare progettazione dell’impianto con riserva d’acqua per anticipare la condensa di ritorno per garantire una perfetta circolazione naturale sin dall’accensione a freddo

Vantaggi competitivi

  • Il serpentino sono realizzate in tubo di acciaio speciale tipo 16 MO3 per garantire la lunga durata della caldaia anche in condizioni di lavoro gravose, dipendente dell’elevata pressione e temperatura di servizio della stessa UM HP.
  • Le dimensioni del serpentino, (grandi diametri dei tubi utilizzati in tutti i nostri generatori UM HP) grande camera di combustione, basso carico termico e basse perdite di carico, assicurano la circolazione del vapore già a bassa pressione.
  • Il controllo del livello minimo dell’acqua è realizzato con una sonda autocontrollata, che permette di ridurre il contenuto d’acqua del circuito che era necessario per l’inerzia dei vecchi sistemi di controllo dell’acqua.
  • Lunga durata nel tempo, grazie alla costruzione in uno speciale materiale che consente una maggiore resistenza alle maggiori temperature di parete raggiunte in caso di ritardo nell’arrivo dei condensati di ritorno.