×
26 Ott 2018

La direttiva europea sulle emissioni per gli impianti di combustione medi in Italia

Le normative riguardanti la riduzione delle emissioni si fanno sempre più stringenti.

Se da un lato si assiste ad una crescente sensibilità sui temi ambientali da parte di privati e aziende, dall’altro i livelli di inquinamento dell’aria restano molto alti e costituiscono una criticità per la salute e  per il benessere delle persone.

Per questo motivo, governi e amministrazioni stanno lavorando per rispondere alla sfida globale di un’economia a basse emissioni. L’obiettivo (Europeo), al quale devono tendere tutti i settori dell’economia, è quello della riduzione delle emissioni dell’80% entro il 2050 (rispetto ai livelli del 1990).

Nel corso di quest’anno, anche in Italia è stata recepita la normativa europea relativa alla limitazione delle emissioni nell’atmosfera di alcuni inquinanti originati da impianti di combustione medi (da 1 MW a 50 MW). Tale normativa, impone valori limite diversi per impianti di combustione di potenza termica compresa tra 1 e 5 MW, tra 5 e 50 MW e i nuovi impianti. Nello specifico, relativamente alle emissioni di NOx, stabilisce i seguenti limiti e il termine ultimo per l’adeguamento:

GasolioGas naturaleData ultima per l’adeguamento
Impianti esistenti di potenza 1 - 5 MW20025001/01/2030
Impianti esistenti di potenza 5 - 50 MW20020001/01/2025
Impianti nuovi20010020/12/2018

Una direttiva che rappresenta un importante passo verso l’obiettivo della riduzione delle emissioni previsto dall’Unione Europea.